Paolo Perego bio photo

Paolo Perego

Specialista di application security italiano. 37 anni, milanese, papà, praticante di Taekwon-do ITF, chitarrista e blogger.

Twitter Facebook Github

Bilancio 2009 e Resolution 2010

Eccoci qui, il 2009 è terminato ormai da un giorno e 7 minuti e non ho ancora messo nero su bianco i buoni propositi per il 2010. Prima di tutto voglio spendere due paroline su questo 2009 appena concluso. Anno 2009, voto: 7. A prima vista, detta così si potrebbe concludere sia stato un anno discreto, vissuto in maniera spensierata con risultati al di sopra delle aspettative... BIIIP risposta sbagliata. Gli ultimi 54 giorni e i primi due mesi si meritano un bel 10. I primi per Daniele che ha illuminato le vite mia e di Francesca, i primi due mesi per l’approccio nuovo verso la mia vita. Ero riuscito a prendere la vita in maniera molto zen, cercando di lasciarmi scorrere le cose stupide addosso e focalizzarmi solo sulle cose belle e diciamo che funzionava alla grande. I restanti 260 giorni scarsi si meritano un 4 pieno. La malattia di mia madre e quello che ne consegue, lo stress della casa nuova, del trasloco e della ristrutturazione. Tutta una serie di situazioni paradossali sul lavoro con annesso invito a volere prendere la porta d’uscita a meno di non scendere a pesanti compromessi. Diciamocelo tutto... il 2009, se non ci fosse stato Daniele, sarebbe stato marcato come “anno horribilis”. Nonostante il concerto dei Megadeth di marzo... Archiviamo il passato e voltiamo pagina. 2010 e con esso una lista di buoni propositi che di sicuro a volte non verranno rispettati. A volte la vita succhia veramente troppo. Resolution #1 - myself. Parola d’ordine del 2010 sarà: equilibrio. Sicuramente per dare stabilità e serenità a mio figlio, ma soprattutto per dare a me la stabilità necessaria per dare una sferzata alla mia vita. Equilibrio vuol dire: calma, autocontrollo e serenità. Resolution #2 - myself. 84kg sono troppi. Soprattutto perché i motivi che mi mettono in bocca cibo e magari una birretta in più sono legati al nervoso e allo stress. Obiettivo numero 2: -12kg in 12 mesi. il 31.12.2010 dovrò pesare 72kg. Resolution #3 - myself. Altra parola d’ordine del 2010. Healthcare. Bere più acqua, curare l’alimentazione e fare cinque pasti al giorno in maniera equilibrata e, soprattutto, dare più spazio alla colazione. Resolution #4 - tkd. Quest’anno voglio curare la precisione nei movimenti base, soprattutto nella posizione lunga e corta in modo da essere più efficace nelle forme. Resolution #5 - tkd. A marzo ci sono i campionati a Rimini. Riuscire ad andare è già un obiettivo, tornare a casa con un pezzetto di metallo al collo sarebbe grandioso. Resolution #6 - Nightrain. Con la mia band voglio fare almeno 4 concerti in questi 2010. Quello che viene in più è tutto grasso che cola. Resolution #7 - Nightrain. Imparare a suonare il best of di Pearl Jam e dei Guns Resolution #8 - GTD. Cercare di organizzare meglio il mio tempo, essere più produttivo e soprattutto più ordinato. Resolution #9 - Owasp. A Giugno c’è la AppSec a Stoccolma. Non dovrà essere solo una bella meta per la scampagnata con la famiglia. Voglio deliverare finalmente una versione di <a href=“http://owasporizon.wordpress.com”>Orizon</a> che sia non solo funzionante ma che sia finalmente utile. Resolution #10 - Lavoro. Esiste una profonda dicotomia. Come R&D director e project leader di Owasp sono stimato, riconosciuto ed ho acquisito un minimo di credibilità a livello internazionale nella comunità dell’IT security mondo web. Come consulente la mia carriera non gode di questa credibilità, anzi è affossata da profili più squisitamente commerciali. Il 2010 sarà l’anno del cambiamento, l’anno nel quale cercherò finalmente di spiccare il volo ed ottenere quelle soddisfazioni professionali che fin qui sono sicuramente mancate.
comments powered by Disqus