Paolo Perego bio photo

Paolo Perego

Specialista di application security italiano. 37 anni, milanese, papà, praticante di Taekwon-do ITF, chitarrista e blogger.

Twitter Facebook Github

Diciamo addio alla Valley

L'Italia non crede nella ricerca scientifica. Non è una novità.
L'Italia taglia sull'istruzione. Non è una novità.
L'Italia taglia sulla ricerca scientifica. Non è una novità.
L'Italia è al palo su nuove tecnologie e sul mondo dell'imprenditoria legata al web. Non è una novità.
La maggior parte delle scoperte in ambito tecnologico è italiana ma finanziata da stranieri. Non è una novità.
Ed il nostro governo cosa pensa sia intelligente fare? Non rinnovare la posizione di addetto scientifico nel nostro consolato in Silicon Valley. 

Agghiacciante vero?
Che poi solo Repubblica riprende la notizia.
Ai più credo non importi nulla.

Massì... è che è finito Amici e sta per finire il Grande Fratello... queste sono priorità accidenti. 
Meno male che almeno lo scudetto è combattuto quest'anno, così la gente si può svagare in qualche modo.

Questi sono i rantolii di un vecchio malato. Non Silvio, ma tutto il cancro italia. Perché questa volta la colpa non sua... o meglio è sua per questa boiata, ma diciamocelo... la ricerca scientifica da che ho i pantaloni lunghi non è stata mai una priorità per l'Italia.
Non gliene frega nulla a nessuno.

E questo è un male.
E' un male essere una gerontocrazia.
Perché ci porta a questo... ad essere un paese per vecchi dove sei una band di amici e vuoi suonare nel pub hai SIAE, empals cazzi e mazzi mentre in altri paesi... vai e suoni. Perché se vuoi aprire una SRL devi andare da un notaio con 10K in mano (ne servono di meno ma tant'è... ), mentre in UK una LTD ti costa qualche ora di tempo ed un centinaio di sterline.
Ci porta ad essere un paese sulla via della morte.

Ma in fondo che in porta.
Finché c'è viagra c'è speranza. O no?

comments powered by Disqus