Paolo Perego bio photo

Paolo Perego

Specialista di application security italiano. 37 anni, milanese, papà, praticante di Taekwon-do ITF, chitarrista e blogger.

Twitter Facebook Github

Il momento del congedo: parte 3

Flashback

Non stare mai in porta, i portieri hanno solo la responsabilità. Gioca in attacco e fai goal.

Tieni 50 lire per la spuma, ora voglio che tu vada e stia lì in compagnia di quei ragazzini.
 
Il sole a Novembre e tu sei malato.
Guardi il sole sulla casa gialla. Sa di strano.

Passi e concitazione.
Urla.

Un ragazzo che diventerà troppo uomo per essere solo un bambino è seduto sul divano.

Beve del tè.
Non smetterà mai più di bere tè nei momenti difficili o quando vuole rilassarsi.
Alla vita si sa non manca il senso dell'umorismo.

Un addio che non ha la forma dell'addio. Detto di sfuggita.
Quel ragazzo che diventerà troppo uomo per essere solo un bambino non l'ha mai più rivisto.

Stepforward

Il sole se n'è andato ed è calata la sera. A Novembre la sera è buia e fredda e non se ne 
sarebbe andata se non dopo anni.

Ci sono dei momenti dove le parole sono superflue.
Serve solo un attimo per capire che ti viene impartita una spiegazione molto cruda ma dannatamente efficace della vita.

Stepforward

Sogni premonitori.
Sono premonitori.
Seconda lezione cruda ed efficace.
2 lezioni in neanche un mese. La vita è generosa nel 1986.

Stepforward

Buon Natale
La stazione di servizio della Lego è l'ultimo gioco.
Buon Natale
Presto verranno buttati ma il Lego si salverà.
A volte si va a pari.
Dissolvenza.
Schermo nero.

http://www.youtube.com/v/Ka-6eX_sZ_0&hl=en&fs=1


comments powered by Disqus