Paolo Perego bio photo

Paolo Perego

Specialista di application security italiano. 37 anni, milanese, papà, praticante di Taekwon-do ITF, chitarrista e blogger.

Twitter Facebook Github

L'italica moda del fare abbrutto

L’italiano medio è stressato. Forse guarda troppo calcio in TV e fa poco all’amore con la propria compagna (o compagno, non importa). L’italiana media è stressata. Forse guarda troppo l’ennesimo reality sulla cucina e fa poco all’amore con il proprio compagno (o compagna, non importa).

Morale della favola: c’è in giro veramente troppa gente stressata che non ride, che alla macchina sembra che quel sorpasso, arrivare quei 10 secondi prima al semaforo siano una questione di vita o di morte. Se per arrivarci stiri uno sulle strisce la diventa una questione di vita o di morte, pirla.

C’è poi una cosa spiacevole, a parte non fare spesso all’amore che influisce di per sé sul mondo, l’italiano medio sta diventando minaccioso su tutto. Attraversi la strada, quasi ti stirano e ti mandano a fare in culo. L’autista di un autobus occupa le strisce mettendosi in cosa invece di far passare te e la tua bimba, tu lo guardi e lui ti manda a fare in culo. Sei fruitore di un servizio, basta che protesti non importa se pacatamente e con educazione ma in un modo o nell’altro riceverai una risposta sgarbata che suona come un vaffanculo anche se molto più polite.

Bene, grande segreto: non siete i padrieterni. Forse neanche lui lo è, ma lasciamo per un attimo la metafisica alle serate con pane, salame e grappa. E’ inutile che insulti quel pedone che ti ha fatto perdere il verde perché:

  • ha ragione lui e se lo stiri lo ripaghi nuovo, ti pignoreranno pure le mutande finché non ripaghi ogni singolo centesimo
  • se lo stiri, c’è quella simpatica cosa del carcere, è vero che in questo paese ridicolo non va più in galera nessuno, però a te rimane che hai stirato uno per un semaforo verde… fai tu
  • sei un pedone tu stesso e potrai ricevere lo stesso trattamento
  • se ti apre la portiera e ti cartella di pugni te la sei cercata, ciccio

Ieri in metropolitana c’erano due ragazzine sui 14-15 anni una delle quali si bullava che l’ex fidanzato ha spaccato la faccia all’attuale fidanzato, condendo poi il racconto con alcune frasi topiche come “eh, cioè mica ci dobbiamo sposare… me lo faccio e vediamo come va”.

Questa gente, oltre che votare tra un po’, un giorno metterà al mondo figli… che begli educatori che saranno, mi viene da dire.

Piccola postilla sul fare spesso all’amore

Se sei impegnato, oltre che ad essere una pratica molto utile per rinvigorire il proprio rapporto, ti permette di bruciare le calorie di quel cioccolattino… birichino, ti ho visto ieri.

Se sei single, tirati a lucido, esci e conosci qualcuno. E’ bello ogni tanto ricordarsi di essere vivi e vivere è il modo migliore per farlo.

Introspezione

Io non sono esente dal ticket. Sono veramente molto nervoso in questo periodo. Sarà il ginocchio che ogni tanto in qualche movimento mi fa male, sarà che non mi sembra di esprimermi al massimo, sarà che sto diventando grande e questo non mi va come dicevano i righeira, ma mi sento veramente un cane rabbioso in gabbia.

Arrivo sempre esausto a sera e mi domando se questa sia vita ed in che modo io possa migliorare. Non voglio passare da questa terra lasciando di me espressioni vacue di disinteresse come purtroppo spesso vedo in giro.


comments powered by Disqus