Paolo Perego bio photo

Paolo Perego

Specialista di application security italiano. 37 anni, milanese, papà, praticante di Taekwon-do ITF, chitarrista e blogger.

Twitter Facebook Github

Lune d'inverno

Finalmente il major restyle del blog è compiuto. Facendo un fork di un template di integrazione tra nanoc ed il framework di Twitter bootstrap, sono arrivato a questo. Molto simile all’esempio hero unit che twitter stessa porta, però che volete farci? Mi piaceva.

Dicevamo, finito il lavoro di restyle, ora possiamo tornare a scrivere in modo regolare.

A me dell’inverno piacciono poche cose. Il calore di un tè quando fuori nevica, la montagna ma soprattutto il cielo all’imbrunire. Quando l’aria è così tesa, fresca e frizzante il cielo è terso e di un blu profondo. Le stelle affiorano come nella pubblicità (bhé quasi) ed il tutto ha un’aria così imponente, così definitiva. Un po’ come a dire “fammi una foto, mettila su flickr sotto la definizione cielo”.

E’ questo per me il momento migliore di tirare le fila, mettermi a fare i conti e guardarmi dentro.

In questo inverno 2011 stanno saltando fuori scheletri dall’armadio come funghi. Affiorano pezzi di un passato come elementi di una reazione a catena. Un domino che ho voluto innescare io e che ora, pezzo dopo pezzo, sta componendo un puzzle più ampio. Uno scenario che mi da nuove chiavi di lettura.

Da qualche interessante colpo di coda finalmente imparo che la vita ha episodi ineluttabili dai quali non scappi neanche se sei Bolt. Ci sono invece dei problemi che nascono da soli o messi lì dal caso, dio, buddha, kharma per darti la soluzione del quadro più grande.

Guardando tutto questo capisci di essere piccolo piccolo in questo universo e che in fondo, non sposti di molto l’ago.

E tutto quello che mi può rimanere è guardare un cielo imperioso tronfio nel tenersi stretto la sua luna d’inverno.


comments powered by Disqus