Paolo Perego bio photo

Paolo Perego

Specialista di application security italiano. 37 anni, milanese, papà, praticante di Taekwon-do ITF, chitarrista e blogger.

Twitter Facebook Github

Quando la testa non c'è e quando potrebbe tornare...

[tweetmeme source="thesp0nge"] Ieri ho avuto un'importante (e per certi versi disarmante) conferma. Il cervello è il motore del corpo umano. E' una settimana che mi sto allenando male, molto male. Ho dei limiti fisici dovuti al peso. Sono ciccione, ma sono ciccione da quando ho ricominciato nel 2006. Quando ho iniziato taekwon-do, nel 2001, appena dopo la laurea mi allenavo 4 volte a settimana e pesavo 71Kg ed ero in forma. Ora no. Ne peso 10 di più. Ho dei limiti tecnici. Non sono un campione. Non lo sono mai stato. Non lo sarò mai. Ho lacune tecniche che nella parte tradizionale emergono vistose. Però amo questo che è più che è uno sport, questo che è uno stile di vita che mi ha cambiato molto. Mi ha aiutato a maturare e mi ha dato tanto. E amandolo, me ne frego dei miei limiti e do come tutti il massimo. Questa settimana però no. Con la testa non c'ero ed i motivi sono molti. Quello che ha inciso di più è stata la mancanza di motivazioni. In questo periodo sono giù... sono giù di brutto. Sono demotivato. Sono apatico. Vivo come in un domino. Ho una serie di obiettivi che dipendono da cause puntuali che non si decidono ad innescarsi. Questo mi innervosisce. Questo mi demotiva. Questo non mi rende lucido. E sia ieri che lunedì io l'ho sentito nelle mie gambe. Ormai la paura di salire su un quadrato è passata. Non dico più agli avversari "fai piano mi raccomando". Vado, saluto e me la gioco. Spesso è più bravo quell'altro. Amen, la mia preoccupazione è comunque fare punti e giocarmela. Ieri però ero rinunciatario. Ci stiamo preparando ad un evento sportivo importante e non riesco a trovare la motivazione e l'entusiasmo. E questo non va bene. Ma, c'è un ma. Potrebbero esserci i presupposti affinché quella che sta per iniziare sia una settimana fantastica. Dove alcuni tasselli del domino possono cadere. Dove posso ritrovare la motivazione che serve. Dove magari divento zio, forse una ma anche due volte. Dove torno a sorridere. E dove magari mi porto a casa della chincaglieria a giugno, se tutto va bene. Poco probabile, ma è d'obbligo provarci. [youtube=http://www.youtube.com/watch?v=8SKqqKjW0aU]
comments powered by Disqus