Paolo Perego bio photo

Paolo Perego

Specialista di application security italiano. 37 anni, milanese, papà, praticante di Taekwon-do ITF, chitarrista e blogger.

Twitter Facebook Github

Traduzione dell'Owasp Top 10 e altri pensieri

Ho organizzato il team per la traduzione della Top 10 Owasp in italiano e mi sono accollato quest'ultimo task prima
delle ferie estive.

Dedicare tempo ad owasp non è male,
ma è venuto il momento di dedicarmi un po' di più ai miei progetti.
Mirage aspetta ai box
da troppo tempo e da lui dipende il proseguio del progetto Owasp
Orizon.
Sì infatti senza un buon motore di modeling, Owasp Orizon potrebbe
anche non avere più senso e, dato che non voglio essere costretto a
dismettere il progetto, direi che è caso di iniziare a lavorare sulle
fondamenta.

Dicevo... traduzione della Top 10 e altri pensieri.
Oggi ragionavo sul concetto di squadra, oddio... già ieri ne parlavo
un po' con Paco, ma poi ragionavo anche sulla squadra di Taekwondo.
Io credo che la forza di un gruppo stia non solo nella sua coesione ma
soprattutto nella capacità del leader di guidarla, entusiasmarla,
tirarne le fila.
Pensiamo all'Inter, in tutto il mix le figure che hanno contribuito
alla vittoria sono stati Mourihno e Zanetti. Uno team leader globale,
l'altro team leader in campo.
Credo che il leader di una squadra non debba essere guidato da altri
interessi e aspirazioni se non quelli di lottare per il meglio dei
suoi ragazzi.
Un team demotivato è un team destinato a perdere.
Un team che non si sente protetto e tutelato dal proprio leader è un
team destinato a disperdersi.
Quando sarà il leader ad aver bisogno, chi gli guarderà le spalle se
non i suoi ragazzi?
Questa me la segno come riflessione per quando sarà il momento e
quando mi servirà...


comments powered by Disqus